Saturday, 16 February 2013

Quale equipaggiamento e quanto conta...

Oggi vi lascio una riflessione sull'equipaggiamento ed il corredo che occorre per fare una bella fotografia.

Alla domanda: "ma quanto conta la macchina e le ottiche ?" mi viene da rispondere...dipende.

Dipende perchè la prima domanda che ocorre farsi per capire e': "che cosa voglio fare ? quale e' il risultato che voglio ottenere ?"   Devo fare una campagna che andrà stampata su magazine piuttosto che su cartelloni o altro necessariamente non posso prescindere dall'utilizzare una macchina con un buon dettaglio e delle ottiche molto buone per avere qualità e pulizia, se invece la foto è destinata al web e' piuttosto inutile avere un dettaglio esagerato per una foto che verrà pubblicata poi a 72 dpi.

Restringiamo ora il campo alle foto che tutti quanti scattano per il proprio diletto, per farle vedere a parenti ed amici e, se di particolare soddisfazione, da appendere in casa escludo quindi cio' che e' commissionato e deve pertanto seguire requisiti tecnici dettati dal mercato o dal cliente.

Per ottenere una foto interessante l'unico equipaggiamento realmente utile e' la propria testa.
Prima di premere il pulsante di scatto è sempre buona norma avere in mente cosa si vuole ottenere, avere un idea, un'obiettivo da realizzare e una foto da fare...si dico fare e non scattare,....si scatta quando non si sa che pesci prendere, si crea una foto quando si ha in mente un'idea (ma di questo parlero' piu' nello specifico in un altro post).

La consapevolezza di ciò che si vuole ottenere fa si che si possa realizzare uno scatto buono con un equipaggiamento non professionale, vi riporto di seguito un esempio:

La foto qui accanto NON e' stata scattata con una macchina professionale ma con una semplice compatta (Canon S100 per i più curiosi) è uno scatto effettuato in controluce utilizzando il piccolo flash sulla macchina come luce di schiarita per il soggetto.  L'inquadratura e' stata composta utilizzando la linea dell'orizzonte in coincidenza con la regola dei terzi e ponendo il soggetto in un punto di attenzione secondo la stessa regola.

L'angolo della macchina è stato posizionato in modo che il flash in camera non creasse ombre non desiderate sul terreno e l'esposizione e' stata calcolata sullo sfondo.

Lo scatto ottenuto e le riflessioni tecniche sono state una semplice conseguenza di ciò che si voleva ottenere applicato al mezzo fotografico a disposizione.

Questo per indicare che non serve una macchina iper professionale per creare una bella immagine...è sufficiente vederla nella propria mente e sfruttare ciò che si ha a disposizione per metterla in pratica.

Investite di più in voi stessi e meno nell'equipaggiamento.

No comments:

Post a Comment